Facebook YouTube Official Channel Reverbnation Zimbalam (download Martiria's music) Myspace Twitter
news
bios
discos
lyrics
mp3
reviews
live
media
contacts
Martiria Official Website Martiria Official Website Martiria Official Website Martiria Official Website Martiria Official Website
HomePage Write us Contatta il WebMaster
Save the Children Italia Onlus
2019 Promo!

Shortly about us

Martiria is an epic/doom metal rock band formed back in the '80s and re-founded (after a long pause) in 2002. Five album published (last one R-Evolution, with ex Black Sabbath Vinny Appice - 2014).

The band was formed back in the '80s. At the beginning the band was very much oriented towards Doom/Metal sounds such as: early Candlemass and Black Sabbath. After releasing just a few demos and featuring various musicians, in 1998 the members of the group decide to take a break for a while in order to experience different projects. (continue)

News and LIVE shows

Uh... it seems we have none planned right now.

Why don't you invite is in your local club?

mrc@martiria.com
(Booking info & more)

   

 RAILHAMMER PICKUPS

Info & booking
info@martiria.com

Reviews & Interviews
Reviews / Interviews

Album: Time of Truth ( 2008 )

INTERVIEW

Date: March '08
Author: Conte Ungol
Vote: n/a
Language: Italian
Website: http://www.fromburntonow.it
Direct link: click here

Ciao Andy, questa è la terza volta che ci sentiamo ma è la prima per From Burn to Now, vuoi illustrare brevemente la storia dei Martiria ai nostri lettori.


Ciao Stefano, compito arduo, cercherò di riassumere. I Martiria nascono nell’ormai lontano 1987, originariamente la band si muoveva su sonorità doom stile Candlemass, primi Black Sabbath, poi dopo un paio di demo la band si è sciolta, solo qualche anno fa dopo svariate esperienze musicali ho deciso di riprendere il progetto apportando alcune modifiche al sound con quel che ora sento più mio, un classico epic metal di stampo romantico con momenti acustici, e arricchito di strumenti classici (archi, ottoni, liuto,ecc). La sonorità evidentemente riprende in parte lo stile dei mitici Warlord di Bill Tsamis che è stato tra l’ altro fautore dell’ incontro artistico tra i Martiria è l’ attuale singer Rick Anderson (già conosciuto negli stessi Warlrod col nome di Damien King III). Dal 2003 siamo quindi costantemente al lavoro per la realizzazione di nuovi brani, e nel 2004 abbiamo pubblicato il nostro album di esordio “The Eternal Soul” per la Hellion brasiliana, e nel 2005 il secondo “The Age of the Return” per l’ Underground Symphony italiana. Stiamo or ora per uscire con la nostra terza fatica che si chiamerà “Time of Truth”, dove ci saranno 10 nuovi brani più una piccola chicca….la cover di “Soliloquy” dei Warlord.

La volta scorsa mi dicesti che una vostra eventuale esibizione live è molto improbabile vista la distanza che vi separa dal vostro singer Rick, avete comunque ricevuto delle richieste?


Ci stiamo muovendo, ed abbiamo in serbo alcune novità, non sveliamo nulla perché è ancora molto presto, si parla di qualche Fest europeo importante, ed altre cosucce, ma per questo ci dobbiamo ri-aggiornare più avanti….


Ho notato che entrambi i vostri dischi hanno ricevuto quasi esclusivamente critiche positive, qual è stato il paese che ha mostrato più interesse verso la vostra proposta?

Beh….direi Germania ed Italia, ma in generale un po’ tutto il nord europa…peccato che l’ aspetto delle vendita non abbia eguagliato le premesse positive che si erano create attraverso le recensioni della critica….ma questo credo sia un problema un pochino più ampio e generale, inoltre siamo ben consapevoli, di suonare un genere di nicchia.


Veniamo all’imminente nuovo disco, i vostri primi due capitoli pur leggermente diversi fra loro possono comunque essere descritti come perfetti esempio di epic metal adulto e ragionato, cosa ci dobbiamo aspettare dal nuovo platter?

Fuoco o fiamme! Eh eh….diciamo che è un disco molto più diretto (almeno per quanto mi riguarda), volevo un disco con andamenti più lineari, ma sempre impregnato delle nostre atmosfere, il sound questa volta è stato curato direttamente da noi, e siamo molto soddisfatti.
Inoltre credo che chi ha avuto modo di ascoltare i nostri primi due album, rimarrà veramente impressionato dalla performance di Rick….per quel che è il mio parere si è letteralmente superato!


Sarà un concept come Age of no Return?

No, forse il prossimo….ma questo album è nato da alcune idee che avevamo con Marco, poi pian piano andando avanti con il lavoro, le abbiamo modificate, trovando comunque,una chiave di lettura comune per tutti i brani. Si parla di storie, leggende e verità assolute messe a confronto nei secoli, perciò di eroi, miti, gloria e fama, avidità e ingiustizie, dolore e peccato. Ma il tema dominante rimane sempre la speranza,…quel qualcosa che possa fare in modo di aprirci gli occhi…che spesso e volentieri è davanti a noi, basta solo afferrarlo……


Mi piace definire la vostra musica come una naturale evoluzione dei quel sound regale e sognante che ha consegnato alla storia i gloriosi Warlord.
Sei daccordo?

E’ sempre un paragone molto scomodo per me che ascolto Warlord da quando ero adolescente…quel che hanno fatto Bill & Co. ormai è storia….noi dobbiamo ancora aprire il libro. Come sono molto onorato di poter esser anche solo accostato ad una band cosi importante.


Da dove nasce l’idea di far uscire il nuovo disco sottoforma di box contenente anche i vostri primi due lavori?

In questi ultimi giorni c’è stata una modifica ai modi e tempi di uscita del box. Abbiamo nuovamente raggiunto l’ accordo con la disponibilissima l’ Underground Symphony, quindi anche per soddisfare le richieste di svariate persone che ci hanno contattato, l’ album uscirà in confezione super lusso singola, in digipack con booklet molto sostanzioso. Non tramonta l’ ipotesi del triplo box (nata dal fatto che non siamo mai stati molto soddisfatti del sound dei precedenti lavori), perché stiamo studiando una edizione limitata (magari numerata) con una confezione incredibile…ma per questo ci dovremo ri-aggiornare.


A distanza di tempo come giudichi i primi due capitoli, io ad esempio sono giunto alla conclusione che preferisco leggermente il primo, sicuramente più grezzo e meno studiato di Age ma più immediato dal punto di vista del songwriting.

Sono d’accordo con la tua analisi, il primo è sicuramente più grezzo, “The Age of the Return” è stato un album concepito in quel modo, il tema era importante, ed il songwriting non poteva essere non all’ altezza…i temi trattati erano talmente vari ed intensi che hanno richiesto continui cambi di atmosfera anche all’ interno del brano stesso…un esempio su tutti è “The Cross”. Ho sempre lavorato sulle canzoni immaginandomele prima di scriverle, cercando di respirare la stessa aria che desideravo trasmettere sul brano stesso…è un po’ una malattia, ma sono molto più logorroico prima della stesura del brano che durante.


La volta scorsa mi raccontasti la strana situazione di avere un cantante con cui non hai mai avuto il piacere di incontrare dal vivo, ( ricordiamo ai lettori che Rick Anderson vive negli Stati Uniti) vi siete finalmente stretti la mano?

Ancora no, abbiamo giurato di non farlo finchè ci sarà possibilità di lavorare insieme! …scherzo! No, comunque non abbiamo avuto ancora modo di stringerci la mano…ma come detto prima …che questo non sia l’ anno giusto?....


Conosci il festival Play It Loud di Brescia? La vostra prima esibizione la vedrei perfetta per la terza edizione del 2009, che ne dici?

Si lo conosco, sarebbe bello, chissà ….ma devo ripetermi come nelle interviste passate….non dipende tutto da noi…prima c’è bisogno di qualcuno che ci inviti…la band comunque è a disposizione, a differenza degli anni passati dove ci sarebbe stati molti più problemi.


Rick nella precedente intervista mi disse che prima dello split definitivo degli Warlord furono comunque registrate diverse canzoni rimaste inedite ( …o forse sono state tutte utilizzate per il progetto Lordian Guard), sarebbe una bella idea utilizzarne una in futuro da inserire magari come bonus del vostro ipotetico quarto lavoro, pensi che una cosa del genere si possa realizzare?

Si esiste del materiale che registrarono all’ epoca dei Lordian Wind, ho già parlato di questo con Bill Tsamis, ma giustamente non desidera, fare uscire materiale suo inedito suonato da altri…..bisognerà aspettare un nuovo prodotto Warlord….


In Age of no Return e precisamente in The Cross è contenuto un riff bellissimo che non può non richiamare alla mente i Black Sabbath dell’era Dio, è una mia impressione ho fra le tue influenze primeggia il mefistofelico Tony Iommi?

Il primo amore non si scorda mai….o sarebbe meglio dire “si suona sempre”!
Tony Iommi è stato il primo chitarrista che ho seguito, gran parte del mio background deriva da ascolti di brani degli intramontabili Black Sabbath, mi ha sempre affascinato e sorpreso la sua capacità di elaborare riff incredibili anche dopo 25 anni di carriera….e che carriera!!


Cosa pensi della reunion di Dio con i Sabbath sotto il moniker di Heaven & Hell? Hai ascoltato il loro fantastico live album?

Si, non ci sono parole. Semplicemente Grandi! ….tra l’ altro ho avuto modo di conoscere Vinny Appice durante l’ esperienza con la Powerzone per la produzione del Power Project, oltre ad essere un signor musicista, è una persona umilissima e cordiale…pensa che per un attimo c’è stata anche la possibilità di averlo alla batteria sul nostro nuovo album, purtroppo per noi e forse per fortuna per lui…è uscito fuori il progetto Heaven and Hell…e tutto è svanito….


Come vuole la tradizione lascio a te la parole per insultare i nostri disgraziati lettori…….

Un saluto di cuore a tutti i lettori, mi auguro che abbiano la voglia e l’ entusiasmo fervido per poter ancora una volta investire su di noi, per ora non posso far altro che ringraziare tutti coloro che ci hanno sempre supportato come te, non perdetevi questo ulteriore capitolo!
Stay Heavy!

Ciao e grazie Andy

© Conte Ungol

 

Page exposures
8

Site total exposures: 774102
Web developement Marco R. Capelli - marco_roberto_capelli@yahoo.com
© 2013- All rights reserved
 
Twitter Facebook YouTube Official Channel